Zapisz Zapisz

Gravidanza | Cosa mettere nella valigia per l’ospedale

Posted on

Ciao future mammine! Siccome mi avete chiesto molti consigli riguardanti la valigia per l’ospedale, ho deciso di scrivere un articolo qui sul blog con un piccolo elenco utile.

Prima cosa da fare è chiedere l’elenco all’ospedale in cui partorirete. Ogni ospedale ha il suo elenco di  richieste anche se, bene o male, sono simili in ogni struttura.

Iniziamo!

Borsone o trolley? Io ho preferito portare un borsone grosso per me (preso da Zara) e uno piccolo e morbido (tipo di quelli pieghevoli) per le cose di Gabriel. Secondo me meglio i borsoni al trolley perché si possono schiacciare nell’armadietto e più facili da aprire in una stanza piccola o piena di parenti.

I cambi per il bambino. Il numero di cambi varia da ospedale a ospedale ma quello che serve solitamente è sempre la stessa cosa: dei body a mezza manica, delle tutine, un paio di copertine. Calzini e cappellini sinceramente sono abbastanza superflui ma spesso richiesti. Ricordatevi che negli ospedali c’è sempre una temperatura elevata e quindi non è necessario imbottirli troppo.

I cambi per te. Camicie da notte con bottoni e pigiami con bottoni. Io li ho portati entrambi perché mi trovavo più comoda e a mio agio a muovermi con i pantaloni e il “pannolone”. Una vestaglia, dei calzini e delle ciabatte  per girovagare in reparto. Reggiseno per allattamento di almeno una taglia in più di quella che portate in gravidanza. Un asciugamano per te e uno per il bambino.  Per finire, sembra stupido ma molte se lo dimenticano: un cambio per tornare a casa! Difficilmente quello con qui siete arrivate sarà pulito e profumato per il rientro a casa!

Nel beauty. E’ qui che tornano utili i campioncini che durante l’anno avete accumulato qui e là. Non ci sarà molto posto nell’armadietto quindi dovrete contenere un po’ i vostri bagagli. Prima di tutto spazzolino e dentifricio, una bella crema idratante per il viso e un burrocaco, sarete abbastanza stanche e magari disidratate quindi ne senterete il bisogno. Bagnoschiuma si, shampoo e balsamo anche no. Chissene frega della messa in piega in quei giorni. Fondamentale invece, una spazzola e degli elastici per legarvi i capelli e sentirvi più comode. I trucchi sono facoltativi, io ho portato mascara (waterproof!), correttore e blush e li ho usati molto poco.  Detergente intimo consigliato e un lenitivo ad azione rapida come Microlene. anche se negli ospedali è presente, portatevi un detergente mani come Amuchina.

Assorbenti. Io mi sono trovata molto bene con gli slip in rete di Chicco più gli assorbenti a tre strati post-parto di Chicco. Per me, siccome mi hanno fatto l’episiotomia, è stato fondamentale il panno carta tipo questo.

Per l’allattamento. Oltre al reggiseno vi consiglio le coppette assorbi latte, vi salvano pigiami e lenzuola se ti arriva la montata lattea. Mi sono state d’aiuto anche i paracapezzoli SkinToSkin di Chicco per aiutare Gabriel ad attaccarsi meglio e a sentire un pochino meno male.

Altro. Merendine, qualcosa da stuzzicare e una bottiglietta d’acqua (utile durante le contrazioni). Non dimenticatevi una cartelletta con TUTTI gli esami, eco, ecc. che avete fatto durante la gravidanza e i vostri documenti.

Questi sono consigli personali basati sulla mia esperienza. Poi ricordatevi che potrete anche mandare il papà a recuperarvi quello che vi siete dimenticate dopo il parto.

Spero di esservi stata utile, se avete domande scrivetemi pure!!

Vi aspetto su instagram!

[Photo by Pinterest]

 

 

 

 

signature
share
3

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *